VR, Blockchain e Messaging come piattaforma di marketing

Non è una novità che la pubblicità mobile funzioni visto che 3 utenti su 4 interagisce con le pubblicità di proprio interesse. Il mobile marketing è ormai una realtà e per questa ragione presentiamo i Mobile Trends 2018.

Il Mobile Trends 2018 è una relazione speciale pubblicata dalla Mobile Marketing Association (MMA) che raccoglie riflessioni, analisi e opinioni e che offre al mondo del mobile una prospettiva differente sulle tendenze future. Questo post ti aiuterà nella selezione dei tuoi obiettivi e ti darà una visione maggiormente chiara del mondo del mobile marketing.

1 – Intelligenza artificiale

I vantaggi principali nell’adozione di AI (Artificial Intelligence) nel mobile marketing sono: l’installazione di modelli di attribuzione adeguati e di tecniche avanzate di Machine Learning (apprendimento automatizzato), che permettono ai sistemi analitici data di analizzare grandi volumi di dati (Big Data) e raggrupparli in cluster.

2- Blockchain

Questa tecnologia focalizzata sulla catena di blocchi informatici al fine di raggruppare informazioni fedelmente non è applicata soltanto al mondo della finanza, ma si potrà utilizzare anche per creare una rete di inserzionisti e publisher per lo scambio di informazioni in modo automatizzato.

3 – Audio Advertising

Siamo davanti a un nuovo canale di marketing attuale. Parliamo dell’audio digitale che ha vissuto un boom nel passato 2017 e che secondo le previsioni continuerà a crescere. Uno dei vantaggi dell’Audio Advertising è che il messaggio si associa a un’esperienza più personale, talvolta arricchito dall’uso degli auricolari.

4 – VR e AR

Realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (AR) sono i più potenti propulsori in termini di mondo interattivo. Questa tecnologia permette di inviare messaggi pubblicitari in formati mai visti, lasciando che i consumatori vedano, ascoltino, sentano e si identifichino con le esperienze di altre persone.

5 – Trasparenza

La trasparenza nell’uso dei dati e l’acquisto di mezzi rappresentano una richiesta sempre più insistente da parte degli inserzionisti. Grazie alla tecnologia e all’automatizzazione dei dati è possibile progettare campagne più assertive, con una segmentazione più sofisticata e definita, come mai prima d’ora.

6 – Servizi location-based

Grazie alla geolocalizzazione le marche possono raggiungere l’utente al momento e nel luogo giusto inviando messaggi contestualizzati. Questa tecnologia ha trasformato molte attività e molte forme di comunicare e continua a essere una buona opzione per creare nuovi servizi e rendere più agevoli quelli esistenti.

7 – Mobile payment e sicurezza

Attualmente i portafogli digitali come Google Pay e Apple Pay offrono all’utente un’esperienza di acquisto sicura e rapida. Questo è possibile grazie alle risorse di sicurezza degli smartphone, che garantiscono l’autenticità dell’acquisto.

8 – Messaging come piattaforma di marketing

Messaging è una tendenza che parte dalle radici di un cambiamento insito nel comportamento dei consumatori che non hanno più voglia di parlare. Uno dei motivi del progresso dell’e-commerce è la necessità di evitare l’interazione con il venditore, ma le marche devono conoscere meglio la propria base e realizzare una segmentazione al fine di evitare un possibile rifiuto.

9 – I micromomenti, gli influencer e il contenuto mobile

Il mobile è uno strumento che trasforma tutto in modo rapido, offrendo la possibilità di collegarsi e agire in tempo reale. Per questo le aziende devono imparare a dominare il mondo mobile per trarre beneficio dalle app che attualmente stanno rimpiazzando i mezzi grazie alla loro accessibilità massiva.

10 – Multi-touch attribution nell’epoca del contesto

Quando parliamo di attribuzione multi-touch, parliamo dell’uso di strumenti avanzati di analytics. Questi strumenti ci permettono di monitorare ogni utente prendendo in considerazione i dati specifici di ognuno. Combinando questi strumenti analytics con una strategia multi-touch è possibile mappare i canali online e offline che intervengono in una giornata di acquisti.

 

 

 

 

Combinazioni di canali per lanciare campagne di marketing

In questo articolo parliamo dei vantaggi dell’utilizzo di diversi canali per le tue strategie di marketing, facendo uso di una piattaforma di Marketing Automation o Multichannel.

Vedremo quali differenze ci sono tra un canale e l’altro, quali si completano a vicenda e quali sono i più appropriati per ciascuna campagna specifica.

Canali

SMS: Gli SMS rimangono tutt’oggi i più efficienti canali di marketing, grazie al loro elevato tasso di apertura (oltre il 98%) e all’immediatezza di arrivo. Sebbene possa essere utilizzato per più scopi, diventa essenziale se si desidera inviare avvisi o notifiche rapidi, oppure inviare codici coupon direttamente al proprio cliente.

Email: Il canale classico per eccellenza. Si tenga presente che se non utilizzato correttamente può generare SPAM, ma ben utilizzato, risulta essere un canale molto efficace per l’invio di newsletter.

Sintesi vocale: un canale abbastanza interessante e relativamente sconosciuto fino a tempi recenti. Ti consentirà di estendere il raggio d’azione a telefoni fissi e cellulari. È perfetto se devi inviare messaggi vocali a scopo di promemoria.

Numeri digitali (DID): sono numeri di telefono che non sono associati a una linea telefonica fissa, ma sono collegati a un account digitale all’interno di una piattaforma. Un DID ti consente di avere un certo numero di un determinato paese senza avere una presenza in quel luogo e di dedicarlo solo per scopi commerciali.

Servizi cloud: si tratta di una serie di servizi che possono essere allegati a SMS o e-mail e serviranno come utili strumenti di marketing.

Grazie a questi servizi sarete in grado di allegare: sondaggi di qualità, immagini e file (pdf, word, excel, …), presentazioni di servizi o prodotti, ecc.

 Combinazioni di canali per lanciare campagne di marketing

Esistono molte combinazioni possibili per lavorare con questi canali, quindi ecco alcune idee:

SMS + Email: Funziona perfettamente quando si notifica un cliente tramite SMS (iscriversi per un servizio, confermare appuntamenti, promemoria, ecc.) ed avvisare che verranno inviate ulteriori informazioni o newsletter al proprio indirizzo email.

In questo modo ci assicuriamo che il cliente riceva tutte le informazioni necessarie ed eviti anche lo SPAM.

SMS + Sintesi vocale: se è necessario assicurarsi che un cliente riceva un messaggio importante, si ha la possibilità di inviargli una conferma tramite SMS e un messaggio vocale udibile (sintesi vocale). Il grande vantaggio è che possiamo assicurarci che il cliente riceva il messaggio sul suo cellulare e sulla sua rete fissa.

Numeri digitali (DID) per l’invio di SMS: se si desidera dedicare un numero esclusivamente al lavoro professionale per l’invio e la ricezione di risposte da parte dei clienti, l’opzione perfetta è abilitare un DID.

Se i tuoi clienti provengono da un determinato paese, puoi anche acquistare un numero per quel paese, per aumentare la fiducia.

Non hai ancora iniziato a utilizzare questi canali nelle tue campagne o non sai come farlo? Te lo mostriamo noi.

Visitaci su: https://www.afilnet.com

 

Tendenze di Marketing per il 2018

Per conoscere le tendenze di marketing in quest’anno, la chiave sta nel osservare i consumatori. Man mano che i consumatori cambiano il suo modo di comportarsi, le società e i team di marketing dovono adattarsi a loro.

In seguito vedremo otto tendenze di marketing per il 2018.

  1. CONTENT MARKETING: OMNICANALE E MULTI-FORMATO

Il Content Marketing rimane una delle chiavi per trasformare visite in clienti. I consumatori cercano informazioni in formati diversi e in canali diversi allo stesso tempo. Nel 2018 vedremo come i team di Content integreranno artisti grafici, esperti di radio, video, social network e altri formati diversi.

Secondo lo studio di Demand Gen Report, il 47% dei consumatori hanno visto tra 3-5 forme di contenuti prima di iniziare un processo di acquisto.

Dobbiamo investire in una strategia multi-formato e multi-canale dove il contenuto venga presentato in canali y formati diversi per poter rispondere alle diverse esigenze dei consumatori.

  1. PERSONALIZZAZIONE  

Come ben sappiamo, il content marketing è e sarà uno dei principali assi delle strategie di marketing nel 2018, e a questo dobbiamo aggiungere: un’esperienza personalizzata per ogni tipo di cliente particolare.

Le società devono mettere da parte il contenuto fisso y dare spazio a un dinamismo capace di rispondere alle diverse caratteristiche dei clienti, insomma, dare spazio al contenuto intelligente.

  1. SEO IN TUTTI I TUOI FORMATI

Allineare la tua strategia di SEO con la tua strategia di contenuto è uno dei migliori investimenti che potresti fare di fronte a quest’anno nuovo. La chiave sta nell’ottimizzazione in tutti i formati disponibili: video, immagini, social network, ecc. Si deve investire in SEO prima di creare contenuto nuovo. In questo modo, assicurerai l’aumento delle tue possibilità di conversione.

  1. VIDEO 

Secondo le statistiche, nel 2017 il 90% di tutto il contenuto condiviso per utenti sui social network era in formato di video. I marchi che non usano i video come parte della sua strategia sui social network devono iniziare subito.

  1. VIDEO IN DIRETTA O LIVE STREAMING

Sui social network, il live streaming sta diventando molto rilevante. Secondo Facebook, gli utenti vedono video in diretta 3 volte tanto, rispetto a video che non lo sono più. I video in diretta costituiscono un’opportunità di aumentare l’interazione con i tuoi clienti o utenti, generare un valore aggiunto al tuo marchio e integrare formati nuovi per la tua strategia digitale.

  1. AUTOMAZIONE DI PROCESSI INTERNI

Se lavori nel marketing, probabilmente usi una specie di software di automazione per gestire pubblicazioni sui social network, inviare e-mail o controllare i tuoi prospetti.

Attualmente ogni impresa deve avere un CRM per poter individuare opportunità commerciali, generare e-mail, fissare riunioni con i clienti con con un solo click, ecc. Se stai sprecando tempo in attività manuale significa che c’è qualcosa che non stai facendo bene, perché ci sono strumenti per automatizzare quasi tutto.

  1. INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Per molte persone, le parole intelligenza artificiale può sembrare qualcosa di un film futuristico o qualcosa piuttosto lontana, sebbene probabilmente già la usi ogni giorno. Se, ad esempio, hai chiesto a Siri sul tempo, sei già un utente dell’intelligenza artificiale. Sebbene può essere considerata come qualcosa che viene dal futuro, entro i prossimi 12 mesi vedremo un aumento nella sua integrazione con la maggior parte degli strumenti che di solito usiamo quotidianamente.

  1. CHATTERBOT

Il chatterbot è un buon esempio di come l’automazione lascerà un segno grande nella forma di fare affari in questo nuovo anno. Il chatterbot o “assistente virtuale” consegna risposte ai clienti in tempo reale in qualsiasi momento sotto forma di chat di supporto. Dopo che Facebook Messenger ha aperto il suo API, molte imprese hanno iniziato a testare questi strumenti. Quest’assistente permette automatizzare funzioni ripetitivi affinché i team di servizio clienti si orientano su aggiungere valore.

 

Passi per definire un processo di vendita di base

Definire un processo di vendita redditizio, effettivo ed efficiente è una sfida, perciò è necessario costruire un flusso di commercializzazione che funzioni, che si possa replicare e potenziare al bisogno della società di avere vendita di un maggior volume di prodotti.

Il processo di vendita è formata da una serie di passi che mirino a portare ai clienti dallo stato di “prospetto” allo stato di “clienti nel portafoglio”.

Passi per definire il processo

  1. Rivedere gli accordi conclusi con successo

Dobbiamo dare un’occhiata ai contratti o accordi che sono stati chiusi con successo per riflettere su questi facendo una serie di domande:

  • Quali sono stati i passi da intraprendere nel processo?
  • Quali sono stati i punti di contatto con il cliente?
  • Quanto è durato il processo?
  • Quanto tempo è passato tra ogni fase?
  1. Trasformare le osservazioni in un esempio

Ogni processo di vendita è differente, ma si possono stabilire punti in comune che, pur essendo un po’ generici, sono un ottimo punto di partenza. Qui devono essere inclusi fasi non elencate nei punti precedenti e che siano rilevanti per la costruzione di questo quadro generale.

  1. Definire azioni per muovere ai clienti alla prossima fase

In questo passo, il nostro obiettivo è scoprire qual è il motivo per cui i potenziali clienti passano da una fase all’altra. Dobbiamo identificare le ragioni che hanno provocato il progresso del prospetto.

  1. Che posa essere replicato in tempo

Uno degli aspetti più importante di cui tenere conto è che il progetto di questo processo, sebbene produca buoni risultati, non lo chiuderemo mai. All’inizio, dopo l’indagine, è molto probabile che saranno necessari adeguamenti a causa di situazioni impreviste o eccezioni non sollevate. Alla lunga, il gruppo.

di vendite deve trovare modi per lavorare più efficacemente nel quadro sollevato per il processo che faranno evolvere il processo di vendita.

Misurazione del processo di vendita

Dopo avere la risposta alla domanda “come definire un processo di vendita?”, mentre si esegue questo piano, si dovrà identificare quali sono le metriche chiavi che si devono quantificare in ogni fase.

Possono essere domande come:

  • Quanti prospetti si sono stati raggiunti? Quanti si sono persi in un periodo determinato di tempo?
  • Quant’è il tempo che passano i potenziali clienti in ogni fase?
  • Su quali punti può essere accelerato questo periodo?

Questi sono gli aspetti basici quantificabili che si possono trovare nella maggior parte dei gruppi vendite. È molto probabile che esistono altre metriche specifiche, per ciascun settore, che saranno molti utili per valutare le fasi del processo, per determinare il successo raggiunto e per migliorarle.

Come sconfiggere la concorrenza

Avere una buona idea imprenditoriale può essere abbastanza semplice, ma metterla a punto e riuscire a distinguerti dalla tua concorrenza è un compito più difficile. Con la feroce concorrenza che c’è, e la crisi economica che devasta il mondo, pochi riescono a sconfiggere i suoi rivali e sopravvivere.

Identificare la concorrenza

Trovarci avanti rispetto alla nostra concorrenza deve essere l’obiettivo principale che dobbiamo fissare come impresa. Ma prima, dobbiamo determinare quale sia la competenza che affrontiamo.

Quando si parla di concorrenza, facciamo riferimento a tre tipi di concorrenti:

  • Concorrenza diretta. Imprese che offrono gli stessi servizi entro il proprio posto di lavoro.
  • Concorrenza potenziale. Imprese che non sono ancora dentro della nostra nicchia ma che potrebbero esserlo.
  • Sostitutivi. È un concorrente che, attraverso una diversa metodologia, servizio e/o prodotto, offre gli stessi risultati che offriamo noi.

Una volta individuati la concorrenza del tuo stesso ambiente, dovrai analizzare cosa fanno nei confronti dell’impresa, e cosa potresti fare per distinguerti da loro.

Infine, fare una mappa di posizionamento sulla base di queste due variabili: qualità delle informazioni e il posizionamento, disegna sulla mappa dove sei tu, dove vorresti essere, e dove sono i tuoi concorrenti.

Chiavi per sconfiggere la concorrenza

  1. Apporta un valore differente

La chiave è sempre nella novità. Fare qualcosa differenziale e offrire un valore utile capace di coprire un bisogno non soddisfatto del cliente può essere una garanzia di successo per qualsiasi affare.

  1. Innova

Cerca un concetto innovativo e vai a prenderlo per distinguerti dal resto.

  1. Fidelizza

Richiamare l’attenzione del cliente e fidelizzarlo è un elemento fondamentale delle formule per sconfiggere la tua concorrenza. Il cliente deve essere la nostra preoccupazione principale. Impara le migliori tecniche per fidelizzare i clienti e per distinguerti dalla concorrenza.

  1. Diversifica

Amplia la tua gamma di prodotti e servizi; cercare di attirare un pubblico che non è il tuo target è un’altra delle formule per sconfiggere la tua concorrenza.

  1. Comunicazione

Sebbene il prodotto o servizio che tu venda sia di buona qualità, dovrai sapere come venderlo. Elabora una strategia pubblicitaria, sostenuta da campagne online e offline, per avere un impatto diretto sugli utenti e lasciare il segno in poco tempo.

Parallelamente a tali azioni, definisce una strategia di contenuti che ti aiuti a posizionarti organicamente nei motori di ricerca, in modo che cominci ad avere una maggiore presenza nelle ricerche dei tuoi utenti.

La paura è per i codardi

Se hai avuto successo in un determinato settore, tieni a mente che ci saranno concorrenti presto o tardi; in tal caso, sarà quasi inevitabile essere seguito. Non avere paura, puoi approfittare della situazione, ma non rilassarti, cerca di affrontare i nuovi concorrenti scommettendo su una solida strategia di innovazione che ti permetta distinguerti.

La chiave sta nell’innovazione e nella creatività, senza di loro, qualsiasi impresa sarà condannata a più assoluto ostracismo.

3 Strategie di Pubblicità con Resultati Rapidi

Ciascun nuovo progetto online ha bisogno di un notevole impulso per ottenere i suoi primi risultati; scegliere la strategia adeguata per ottenere tali obiettivi può essere il fattore che fa la differenza tra il fallimento e la riuscita all’inizio di ogni affare.

Ci sono diversi tecniche e strategie per promuoversi sull’internet: reti sociali, marketing di contenuti, ottimizzazione e marketing di motori di ricerca, e-mail marketing, ecc. Tuttavia, ognuna di tali si adatta a quello che ti serve, a seconda delle caratteristiche della tua azienda.

All’inizio di un affare, o anche nella carenza di clienti, le tecniche con risultati rapidi sono quelle cercate più regolarmente. Nondimeno, molti siamo più concentrati sulla gestione della nostra azienda o affare e quindi non conosciamo bene le opzioni che abbiamo per lanciare una campagna pubblicitaria, i cui risultati generano tali vendite.

Pertanto, ti presentiamo 3 strategie efficaci di pubblicità per ottenere risultati con la massima rapidità.

  • E-mail Marketing
  • Pay per click (PPC)
  • Mobile marketing via SMS

Vediamo ognuna di loro…

E-mail Marketing

Forse è una delle strategie più tradizionale nel mondo online e, col tempo, questo metodo di acquisizione della clientela è diventato screditato grazie all’uso improprio della strategia e grazie alle cattive pratiche dove le e-mail quasi diventano spam o pubblicità abusiva.

Una campagna di E-mail Marketing efficace si basa sulla giusta segmentazione del pubblico e anche sulla quantità di recettori (tenete presente che più persone ricevono la sua promozione nella sua posta in arrivo, più probabilità avrete di suscitare il suo interesse).

Inoltre, è importante avere buoni server d’invio di posta configurati visto che le aziende più note (Gmail, Hotmail, Yahoo, ecc.) sono sempre più rigorose in tal senso.

Google Adwords o SEM (PPC: pay per click)

Forse è una delle tecniche più popolari online, dove essenzialmente si paga per ogni click che avviene i nostri annunci.

Gli annunci vengono mostrati nella sezione di annunci sponsorizzati dei risultati di ricerca di Google, e il bello è che i suoi risultati possono essere più immediati, incluso nel giro di poche ore.

Chiaramente, sebbene ci sono persone che hanno cliccato su tali annunci, questo non garantisce la vendita dei nostri servizi o prodotti poiché, in questo caso, la creatività e il design della pagina di destinazione hanno un’influenza grandissima.

“Se una persona arriva al nostro sito attraverso un annuncio e, tuttavia, disponiamo di un design e di un’usabilità molto carente, è più probabile che sia una visita che non riesca a fare una vendita”.

Pertanto, si devono applicare metodi che avvincono alla persona interessata, disporre di una landing page (pagina di atterraggio o destinazione) attraente, offerte e promozioni che possano convincere, prezzi competitivi e diversi altri fattori da considerare nel design e nell’usabilità.

Mobile Marketing via SMS

Il SMS è ancora uno dei canali di comunicazione più efficace, ciò è dovuto al suo elevato costo di apertura e alla sua immediatezza d’arrivo.

Tra i vantaggi più evidenziate of the SMS, possiamo sottolineare:

  1. Maggiore rapporto di visualizzazione rispetto ad altri canali. Ciò è dovuto al fatto che un dispositivo mobile si trova sempre alla mano e visualizzare o leggere un SMS è sempre più immediato di altri mezzi.
  2. È economico e comprende un gran numero di pubblico. Inviare migliaia di SMS è abbastanza economico. Ci sono molte piattaforme che offrono questi servizi con copertura a livello globale.

Queste sono 3 strategie di pubblicità utili, rapide e abbastanza economiche. Se hai bisogno di avere più informazioni o se vuoi implementare alcune di queste nel tuo affare, puoi contattarci.

Parliamo?

 

 

Come ottenere più traffico per il tuo sito web

  1. Usare le reti sociali

Usare Facebook, Twitter e altre reti sociali è relativamente economico ad oggi. Queste ti permettono di segmentare il tuo pubblico per demografia oppure obiettivo, parole chiave, ecc.

Essere attivo nelle reti sociali è una tattica che la maggior parte dei venditori utilizzano per ottenere più traffico, potenziali clienti e vendite.

  1. Creare contenuto utilizzando le parole chiave

Le parole chiave sono fondamentali, visto che è uno dei modi in cui le persone arrivano al tuo sito web. Pertanto, potremmo dire che funzionano come un ponte, ma per fine di rendere che diventino clienti, la prima cosa che devi fare è conoscere i tuoi acquirenti.

Se non hai un sito web molto forte, sarebbe più appropriato usare le cosiddette long tail in SEO o le parole chiave di “coda lunga”.

Questo tipo di parole definisce il contenuto in maniera più specifica. Nonostante attira meno traffico, è generalmente di qualità superiore e promuove un più alto tasso di conversione.

  1. Scrivere sui blog su temi di interesse

Il tuo blog può essere uno degli strumenti più forti per ottenere nuovi visitatori al tuo sito web, lo stesso vale per ottimizzare le pagine del tuo sito web intorno alle parole chiave che i tuoi acquirenti cercano, devi fare lo stesso con i post sul blog.

I temi del tuo blog devono essere intorno a: Quali sono le sue domande più frequenti? Quali sono i problemi che affrontano e dei quali cercano una soluzione via Internet? Ciò non solo aiuterà a mantenere il tuo sito web e il tuo business nel suo top-of-mind quando un lead stia in cerca di aiuto, ma anche creerai più fiducia nella tua competenza e otterrai così un maggiore traffico web.

  1. Creare una pubblicazione indipendente per ciascuna delle parole chiave più rilevanti

Ogni post sul blog che scrivi viene vista dai motori di ricerca come una pagina web individuale, più post di qualità scrive sulle parole chiave rilevanti per i tuoi acquirenti, più possibilità ha per apparire nei primi posti nei cercatori.

Le pubblicazioni sul blog aiutano ad associare più parole chiave con il tuo sito web e, quindi, hai l’opportunità di ottenere e attirare visitatori. Il tuo sito web può essere legato a diverse parole chiave, questo è un’opportunità affinché i consumatori scoprano il tuo sito web.

  1. Pubblicare contenuto frequentemente

Non basta pubblicare contenuto sulle parole chiave che sono rilevanti per le tue persone: I tuoi visitatori e Google apprezzano la frequenza e la regolarità della pubblicazione di contenuto.

La regolarità ti permetterà di creare una base di fedeli lettori che ritornano al tuo blog ogni settimana in cerca del tuo ultimo post, e di ottenere più traffico nel tuo sito web.

Vendita automatica durante le vacanze

Hai programmato le tue vacanze ma ancora non sai cosa fare con la gestione del tuo commercio elettronico (ecommerce)?

Avere un business online ha i suoi vantaggi rispetto al commercio fisico, ma anche ha i suoi obblighi, come tenerlo “aperto 24 ore su 24”. Questo handicap viene risolto facilmente se hai una strategia di marketing digitale per vendere automaticamente.

L’unica cosa che devi fare è avere una strategia di marketing in grado di vendere in automatico, preparare il tuo flusso di lavoro e avere la creazione di contenuto sui blog e social network adeguatamente programmata.

È consigliabile di non chiudere completamente le tue notificazioni e di essere al corrente a volte di quello che sta succedendo. Accedi di tanto in tanto per controllare la vendita e le pubblicazioni dei tuoi seguaci sui social network.

Raccomandazioni per avere successo con la tua strategia di vendere automaticamente:

Avere una strategia di Inbound Marketing. Questa strategia di marketing intelligente comprende il marketing automation e il sales automation nel suo flusso di lavoro, il che sono modi di procedere interamente automatizzate e senza bisogno di inviare informazioni per email o per posta ai potenziali clienti.

Il Inbound Marketing si basa su tre fasi: visibilità, raccolta e fedeltà. Nella prima fase, si attraggono visitatori e gli sconosciuti diventano utenti, nella fase di raccolta, dopo aver offerto contenuti attrattivi e personalizzati ai potenziali clienti, è istituita un portafoglio di leads che diventeranno qualificati e preparati per la vendita. Una volta finita la vendita, la strategia di Inbound Marketing non finisce qui poiché ciò che più conta è fidelizzare e ottenere prescriventi.

Pianifica e programma le pubblicazioni sui social network e blog. Non dimenticare di offrire il contenuto che i tuoi clienti e utenti aspettano ogni giorno.

Crea un calendario di pubblicazioni che saranno postate automaticamente, lo stesso vale per il tuo blog di contenuti. In questo modo, i tuoi seguaci non smetteranno di ricevere notizie correlate ai tuoi prodotti e non sentiranno la tua assenza. Ci sono diverse strumenti che possono aiutarti a creare pubblicazioni programmate: Hootsuite, Spredfast o Buffer.

Ricordati gli ordini. Sebbene hai una strategia di Inbound Marketing in grado di vendere automaticamente, devi sapere che gli ordini ancora bisogno di persone per farli. Quindi hai diverse opzioni: dedicare un’ora giornaliera (non ci vorrà più) per controllare i carrelli

della spesa e realizzare gli ordini come d’abitudine, lasciare al comando qualcuno di cui ti fidi per poter disconnetterti del tutto nelle tue vacanze, o assumere un’azienda che si occupa di questo piccolo incarico di attivazione e controllo di ordini. Un’altra opzione, sebbene meno auspicabile, è creare un email di avvertimento per i tuoi clienti per avvertire che gli ordini sarà ritardato per qualche giorno per le vacanza, puoi anche fare una specie di promozione o sconto per le inconvenienti.